MAXUS 26 - Dotazioni Standard

Scafo: laminazione in poliestere eseguita a mano. Gel coat Izoftal antiosmotico (Reihnold) a spruzzo colore bianco. Irrobustimento del fondo scafo, base sartiame e prua. Colore bianco.

Coperta e attrezzatura: laminazione in poliestere, sandwich realizzazione con tecnica Airex, superfici di calpestio antiscivolo, rinforzi in corrispondenza delle zone dell’attrezzatura, gel coat (Reihnold) a spruzzo colore bianco. Gavone di prua con chiusura con spazio bombola del gas. Finestrature laterali in polimetilmetacrilato. Tambuccioin polimetilmetacrilato con chiusure scorrevoli. 2 gavoni sulle sedute in pozzetto e gavone centrale. Pulpiti di prua e di poppa, candelieri. 2 gallocce a prua e 2 gallocce apoppa.

Doppie draglie. Fitting in acciaio inossidabile lucidato. 2 winch Andersen 10 e due winch Andersen 10 con strozzascotte. 2 organizer tripli Spinlock e 2 stopper tripli Spinlok. 2 rotaie complete fiocco Bartos. Trasto di randa. Timone a barra. Scaletta di poppa.

Alberatura, sartiame e vele: albero in alluminio anodizzato attrezzato. Boma in alluminio anodizzato attrezzato. Crocette acquartierate con sartiame. Arridatoi 10 mm. Manovre fisse: strallo, strallo poppiero, sartiame in acciaio. Manovre correnti (drizza randa, drizza fiocco, amantiglio, scotta randa e scotta fiocco, drizze regolazione timone, drizza deriva basculante). Randa full batten su carrelli, fiocco.

Zona di deriva: Zavorra interna di 400 kg. Deriva basculante laminata (in acciaio innossidabile), su sistema di bozzelli Ronstan

Interni: gli interni sono realizzati su controstampi e il mobilio è in laminato Anegre. Cabina di prua aperta con cuccetta matrimoniale e mensole. Divaneria e schienali imbottiti e mensole aperte in dinette. Copertura scassa di deriva e tavolo richiudibile e autobloccante in dinette. Top con lavello, mobiletti e mensole sulla sinistra. Locale bagno separato con porta, sulla destra, con mobiletti e lavabo.

Cabina di poppa aperta con doppio matrimoniale e armadietto chiuso. Set di materassi in Punto e tappezzerie. Scaletta di accesso. Gavoni di stivaggio sotto cuccette e divanerie. Ampio vano di stivaggio in bagno.

Impiantistica: Impianto elettrico 12 V e predisposizione CD radio. Predisposizione posto batteria. 5 punti luce interni. Pannello interruttori a led con presa 12V. Pompa di sentina elettrica.

Documento non contrattuale. Ci si riserva il diritto di apportare senza obbligo di preavviso qualunque modifica sulle dotazioni standard e sul prezzo.

DETTAGLI

CaratteristicheValori
Lunghezza fuori tuttom. 8.40
Lunghezza scafom. 7,62
Larghezzam. 2.82
Pescaggio chigliam. 1.70
Pescaggio deriva mobilem. 0.35/1.43
Pescaggio doppia chigliam. 1.25
Peso a vuoto (aprox)kg. 2.350
Ballastkg. 400
MotorizzazioneFb/Eb
Potenza motore min/max5/10 kw – 8/18 kw
Cabine versione stdn. 2 open space
Posti letto versione stdn. 4+2
Bagno versione stdn. 1 separato
Altezza interna (apox)m. 1,83
Superficie velicam2 34
Altezza alberom. 10
ProgettistaArch Jacek Daszkiewicz

ALLEGATI

Scarica listino prezzi, test sailing, info

Maxus 26 - 2017

Ricevi il catalogo completo via email

 

Video Maxus 26 e test sailing

Maxus 26 Test Sailing Bateaux Magazine

Maxus 26 Boat Tube

Maxus 26 Boats.com

Maxus 26 Drone

Maxus 26 Test Sailing Zagle

Linee contemporanee, dritto di prua e spigoli sulle fiancate con poppa larga per una navigazione veloce e sicura. Ergonomia e manovrabilità in comodo pozzetto. Interni confortevoli e luminosi dal design minimal, con rifiniture eccellenti. Possibilità di motorizzazione entro o fuoribordo.

Visualizzazione interni in 3D

http://visualboat.com/pano/voilier/maxus26/maxus26.html

Velocità
Rifiniture
Motore

Il Maxus 26 è stata una delle finaliste del prestigioso European Yacht of the Year 2016, il più importante premio riservato alla cantieristica europea, nella categoria Family Cruiser.

A livello qualitativo e di cura degli interni è sorprendente. Modernità evidente nelle nuove linee dello scafo e nell’adozione dello spigolo, soluzione che ha il duplice vantaggio di rendere la barca più stabile in bolina e più performante, garantendo angoli più stretti. Le forme sono morbide e culminano con una carena potente. Il layout rimane pulito e le manovre sono studiate per una navigazione in equipaggio ridotto o in solitario.

Molto lunghe le sedute che si protraggono dalla tuga fino all’estremità della poppa o quasi. Questa scelta avvantaggia sicuramente l’ospitalità a bordo del Maxus, ideale quindi per crociere con tanti amici a bordo, e consente di stendersi comodamente a prendere il sole in rada.

Ottima linea per la tuga, che suggerisce un senso di protezione all’equipaggio (non ci scordiamo che il cantiere è polacco e quindi molto sensibile a navigazioni più “nordiche”) che può lavorare tranquillamente anche in piedi. Eleganti le finestrature da cui entra luce naturale a illuminare gli interni.

Gli interni, come da dna del cantiere, sono open space, luminosi e con un’altezza stupefacente (1.83 m.). Degni di una categoria superiore i letti matrimoniali a prua e a poppa, e accogliente e spaziosa la dinette centrale. Il bagno, separato dal resto degli ambienti è molto spazioso e ha una grande area per lo stivaggio. La cucina ad angolo è molto funzionale. I comodi divani della dinette possono essere trasformati per l’occasione in cuccette di guardia o per ospitare in tutta comodità qualcuno inatteso a bordo. L’armatore potrà scegliere tra due allestimenti interni, secondo il numero di ospiti che ritiene utile, scegliendo se privilegiare l’area cottura a scapito della seduta di sinistra, o ridurre leggermente lo spazio della cucina per arrivare ad avere una dinette più lunga in quel lato (1.90 m.). La lunghezza della dinette di destra è sempre 2 metri. Entrambe le cabine possono essere chiuse. Allestimenti interni ed esterni, impiantistica ed elettronica, sono scelti dal cliente, come pure le tonalità del legno del mobilio e del paiolato, i colori delle tappezzerie e dei dettagli.

La versatilità delle soluzioni proposte dal cantiere, e la possibilità di personalizzazione del Maxus 26, la rende unica nella sua categoria. L’allestimento Comfort Cruiser, proposto dal cantiere come package, è sino ad oggi predominante.

La versione bichiglia del Maxus 26 è ideale per le navigazioni, dove le escursioni delle maree sono più marcate, ma è anche un’ottima soluzione per aree di navigazione lagunari o dove il pescaggio è limitato. La monochiglia resta comunque disponibile per i velisti più classici.

Per quanto riguarda la motorizzazione il Maxus 26 può essere dotato di motore fuoribordo fino a un max. di 10 hp. L’entrobordo proposto dal cantiere è il Nanni diesel da 14 o10 hp in linea d’asse o con saildrive. Il fuoribordo può essere posizionato anche nel gavone poppiero, opportunamente predisposto per aspirazione e scarichi con i comandi in pozzetto. Soluzione ideale per chi predilige l’utilizzo minimo del motore e facili revisioni, tipiche del fuoribordo con un notevole risparmio e gli effetti di un entrobordo.

Richiedi informazioni

Il tuo nome (gradito)

La tua email (richiesto)

Telefono

Oggetto

Il tuo messaggio (richiesto)

Accetto la nota informativa (richiesto)
Privacy Policy